Statuto

Lo Statuto dell'ASSOCIAZIONE UNIVERSITARIA OTORINOLARINGOLOGI

Titolo I: L’ Associazione

ART.1 - Denominazione
E' costituita, senza limiti di durata, una Associazione degli Otorinolaringologi e Cultori di Discipline Affini (Settore disciplinare MED 31 e MED 32), che operano nell'Ambito Universitario. L'Associazione è stata fondata il 10 luglio 1976 e prende il nome di "Associazione Universitaria Otorinolaringologi" (A.U.O.R.L.) e nel testo verrà sinteticamente indicata con l'acronimo di A.U.O.R.L., che potrà essere utilizzato nei rapporti con i terzi. L'Associazione è parte costitutiva della Società Italiana di Otorinolaringologia e Chirurgia Cervico-Facciale (S.I.O. e Ch. C.F.) unitamente all'Associazione Otorinolaringologi Ospedalieri Italiani (A.O.O.I.). I rapporti tra A.U.O.R.L. e A.O.O.I. in seno alla S.I.O. sono regolati dallo Statuto di quest'ultima.

ART.2 - Limiti territoriali
L'Associazione ha sede ufficiale in Roma, presso la Sede della S.I.O., attualmente in Via Luigi Pigorini n.6, e, in mancanza di questa, presso il Presidente in carica. La Segreteria "operativa" della A.U.O.R.L ha sede presso il Segretario-Tesoriere in carica. L’Associazione ha come limiti territoriali lo Stato Italiano. Al fine di perseguire le proprie finalità sociali, l’Associazione ha rilevanza di carattere nazionale ed è articolata in non meno di 12 Rappresentanze Regionali.

ART. 3 - Scopi
La A.U.O.R.L. non ha fini di lucro.
L'associazione e i suoi legali rappresentanti sono autonomi ed indipendenti anche con riferimento al non esercizio di attivita' imprenditoriali o partecipazione ad esse, ad eccezione delle attivita' svolte nell'ambito del Programma nazionale di formazione continua in medicina (ECM). L’Associazione non ha né prevede di avere tra le proprie finalità istituzionali alcuna attività di tutela sindacale dei soci, non svolge, direttamente o indirettamente, attivita' sindacale, né persegue finalità politiche.
La A.U.O.R.L prevede di finanziare le attività sociali e le attività didattiche e di formazione permanente attraverso l’autofinanziamento e i contributi degli associati e/o di enti pubblici e privati con esclusione di finanziamenti che configurino conflitto di interesse con il SSN, nel rispetto dei criteri e dei limiti stabiliti dalle Autorità competenti.
Anche coloro che ricoprono Cariche Sociali, nel perseguimento delle finalità istituzionali, si impegnano ad evitare qualsiasi rapporto che possa generare vantaggi personali o conflitti di interesse, nel rispetto dei principi di correttezza, imparzialità, trasparenza, lealtà. L’Associazione persegue come obiettivi:

  • favorire lo sviluppo e il progresso dell’Otorinolaringoiatria nonché delle discipline correlate sotto il profilo scientifico, didattico e clinico;
  • stimolare ricerche nel settore;
  • promuovere attività di aggiornamento professionale e di formazione permanente con programmi di attività formativa ECM;
  • collaborare con il Ministero della Salute, le Regioni, le Istituzioni e le Aziende Sanitarie;
  • elaborare linee guida, PDTA, raccomandazioni di buona pratica clinica;
  • promuovere trial di studio, ricerche scientifiche finalizzate e rapporti di collaborazione con altre Società e organismi scientifici;
  • raccogliere e diffondere informazioni pertinenti al campo di attività;
  • organizzare convegni;
  • organizzare e mantenere rapporti con Associazioni o Società straniere, caratterizzate da finalità similari;
  • prevedere sistemi di verifica del tipo e della qualità delle attività svolte.

L’Associazione si propone, inoltre, di tutelare i valori morali e professionali di coloro che si dedicano allo studio e alla pratica dell’Otorinolaringoiatria e delle discipline affini.
Esclusivamente per le attività svolte nell’ambito del programma nazionale di formazione continua in medicina (ECM), l’Associazione potrà stipulare contratti di promozione e sponsorizzazione con enti, società e persone fisiche.
Le attività patrimoniali dell’Associazione costituiscono il fondo patrimoniale della stessa e sono vincolate all’oggetto dell’Associazione. I residui attivi eventualmente risultanti dal bilancio annuale saranno accantonati e destinati ad attività degli esercizi futuri.

Titolo II: I Soci

ART. 4 - I Soci
La A.U.O.R.L. è composta da tutti i soggetti, senza alcuna limitazione, che abbiano fatto richiesta di ammissione e siano stati ammessi secondo quanto previsto dalle norme del presente Statuto e dal Regolamento.
Hanno diritto di iscriversi alla A.U.O.R.L. i soci S.I.O. che siano Professori di ruolo e fuori ruolo, Ricercatori, Contrattisti, Dottori di Ricerca, Assegnisti di Ricerca, Borsisti, Professori a contratto, Tecnici Laureati, Funzionari Tecnici e Frequentatori Ufficiali in Otorinolaringoiatria e Discipline Affini dipendenti dall'Amministrazione Universitaria o dal Ministero della Pubblica Istruzione nonché i Dirigenti Medici Ospedalieri delle Unità Operative ORL e Discipline Affini a direzione universitaria. Inoltre possono iscriversi alla A.U.O.R.L. i soci S.I.O. iscritti alle Scuole di Specializzazione in Otorinolaringoiatria, Audiologia e Foniatria delle Facoltà Mediche.

ART. 5 - Presidenti Onorari ed Emeriti
5.1 - Presidente Onorario
E' prevista la qualifica di Presidente Onorario, da riservare a personalità che abbiano dato particolare lustro alla Associazione e che abbiano già ricoperto la carica di Presidente.
Il Presidente Onorario è proposto dal Consiglio Direttivo all’unanimità ed eletto dall’Assemblea. Il Presidente Onorario non è tenuto al pagamento della quota sociale oltre i settanta anni e partecipa all’Assemblea con diritto di voto.

5.2 - Presidenti Emeriti
Ai Presidenti che abbiano cessato i loro mandati viene riservata la carica onorifica di Presidenti Emeriti.
Non sono tenuti al pagamento delle quote sociali oltre i settanta anni, partecipano all’Assemblea con diritto di voto, non possono ricoprire cariche sociali, fatta eccezione per la nomina nel Collegio dei Probiviri.

Titolo III: Organi e Cariche Sociali

ART. 6 - Organi della A.U.O.R.L.:

  1. l'Assemblea;
  2. il Consiglio Direttivo;
  3. il Collegio dei Probiviri;
  4. il Collegio dei Revisori dei Conti;
  5. il Comitato Scientifico

6.1 - L'Assemblea
Fanno parte dell'Assemblea i Soci in regola con gli obblighi contributivi oltre ai Presidenti Onorari ed Emeriti.
L'Assemblea ordinaria dei Soci è convocata dal Presidente in seduta ordinaria in occasione del Congresso Nazionale ed è presieduta dal Presidente in carica e, in sua assenza o impedimento, dal Vice-Presidente. La convocazione dell'Assemblea è eseguita dal Presidente con le modalità previste dal Regolamento almeno quindici giorni prima della riunione; essa deve contenere l'ordine del giorno, la data, l'ora e il luogo dell'adunanza, sia per la prima sia per la seconda convocazione, che può avere luogo anche un'ora dopo la prima.
L'Assemblea straordinaria può essere convocata tutte le volte che il Presidente e il Consiglio Direttivo lo ritengano opportuno e sempre per motivi eccezionali ovvero quando ne sia fatta richiesta scritta da almeno trenta Soci. L'Assemblea, tanto ordinaria quanto straordinaria, èvalidamente costituita, in prima convocazione, se è presente almeno un quinto dei Soci Ordinari e in, seconda convocazione, qualunque sia il numero dei presenti. L'Assemblea delibera su tutti gli Atti di ordinaria e straordinaria amministrazione con il voto favorevole della metà dei presenti più uno dei Soci intervenuti.
Ciascun socio avente diritto al voto potrà essere portatore di una o più deleghe.
Spetta all'Assemblea:

  1. definire le linee operative e di indirizzo della Associazione;
  2. eleggere, con votazione a scrutinio segreto secondo le norme contenute nel Regolamento, le Cariche Sociali della A.U.O.R.L.;
  3. approvare la relazione del Presidente, il bilancio preventivo, i consuntivi, il rendiconto economico e finanziario annuali;
  4. deliberare sulle materie che alla stessa vengano sottoposte dal Consiglio Direttivo, al quale, altrimenti, vengono demandati tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione;
  5. eleggere il Presidente Onorario proposto all'unanimità dal Consiglio Direttivo.

I verbali sono redatti dal Segretario e, in caso di sua assenza, da un Segretario nominato dall'Assemblea e sono sottoscritti dal Presidente dell'Assemblea e dal Segretario stesso.
Nei casi di legge e quando il Presidente lo ritenga opportuno, il verbale viene redatto da un Notaio.

6.2 - Il Consiglio Direttivo
L'A.U.O.R.L. è diretta e amministrata da un Consiglio Direttivo costituito da dodici membri, di cui sei vengono eletti dall'Assemblea tra i Professori universitari di prima fascia, tre vengono eletti dall'Assemblea tra i Professori universitari di seconda fascia e due vengono eletti dall'Assemblea tra i Ricercatori. Il dodicesimo membro è di diritto il Presidente uscente dell'Associazione (Past President). Il Consiglio Direttivo entra in carica al termine della riunione dell’Assemblea che lo ha eletto e vi resta per un biennio sino alla riunione dell’Assemblea che elegge il Consiglio successivo. Il Presidente non può essere rieletto, a nessun titolo, nel Consiglio Direttivo. Quattro dei suoi componenti possono essere rieletti. Le elezioni si svolgono a scrutinio segreto nel corso dell'Assemblea ordinaria, che nell'occasione si qualifica quale Assemblea elettiva. Il Consiglio Direttivo elegge tra i suoi membri effettivi: il Presidente, il Vice-Presidente e il Segretario-Tesoriere.
Il Consiglio Direttivo si riunisce prima dell’Assemblea, su richiesta del Presidente o di metà più uno dei membri del Consiglio e, comunque, almeno una volta all’anno. La convocazione del Consiglio Direttivo deve avvenire con almeno 15 (quindici) giorni di preavviso e può essere fatta mediante posta elettronica.
In caso di vacanza dalla carica, per qualsiasi motivo, di membri del Consiglio Direttivo, prima della scadenza naturale del mandato, l’eventuale integrazione avviene per cooptazione da parte del Consiglio Direttivo stesso. I membri del Consiglio nominati per cooptazione decadono con la scadenza del mandato del Consiglio che li ha nominati.
Qualora venga meno il quorum del Consiglio, i membri rimasti in carica devono convocare l’Assemblea perché provveda all’elezione delle Cariche Sociali.
Tutti i membri del Consiglio Direttivo possono decadere anche in conseguenza di gravi violazioni di norme o per irregolarità negli adempimenti delle proprie funzioni, accertate dal Collegio dei Probiviri e sancite dal Consiglio Direttivo.
Il Consiglio Direttivo ha tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione e delibera a maggioranza semplice, con la presenza della maggioranza dei suoi membri in carica.
In caso di parità di voti, il voto del Presidente è determinante. In caso di sua assenza la prerogativa passa al Vice-Presidente.
Il Consiglio Direttivo:

  • promuove i provvedimenti necessari alla realizzazione degli scopi sociali e sopraintende a tutte le attività dell'Associazione;
  • cura i rapporti dell'Associazione con le altre organizzazioni o Associazioni mediche, costituisce eventuali Comitati Scientifici e ne controlla le attività; istituisce Premi e Borse di Studio e promuove eventuali pubblicazioni ufficiali o iniziative di carattere didattico-scientifico;
  • discute e approva i bilanci da presentare all'Assemblea ordinaria e stabilisce gli argomenti al suo ordine del giorno;
  • presceglie, o in mancanza propone, i Temi della Relazione Ufficiale e delle Tavole Rotonde per il Congresso Nazionale della S.I.O. e li sottopone alla delibera assembleare;propone all'Assemblea nominativi e liste di Candidati per le cariche che contemplino elezioni assembleari;
  • nomina i membri elettivi del Comitato di Redazione della Rivista Organo Ufficiale di Stampa della Società conformemente allo Statuto e al Regolamento della S.I.O.;
  • nomina tre Soci membri del Comitato Permanente per l'Aggiornamento dello Statuto e del Regolamento;
  • concede il Patrocinio ufficiale da parte della A.U.O.R.L. a manifestazione scientifiche organizzate da Soci;
  • delibera di sottoporre in seno alla SIO la dimissione e/o la radiazione di Soci.

6.3 - Il Collegio dei Revisori dei Conti
L'Assemblea elegge fra i suoi Soci tre Revisori dei Conti, che durano in carica quattro anni e non sono rieleggibili. Il Collegio dei Revisori dei Conti ha il compito di verificare la regolarità del bilancio e degli atti economici a loro presentati dal Segretario-Tesoriere ad ogni fine di anno amministrativo e di darne tempestiva relazione al Presidente prima dell'Assemblea ordinaria dei Soci.

6.4 - Il Collegio dei Probiviri
Il Collegio dei Probiviri è composto da cinque membri eletti dall'Assemblea tra i Soci su proposta del Consiglio Direttivo. I Probiviri durano in carica due anni e sono rieleggibili. I Probiviri  nominano nel loro seno il Presidente del Collegio. Spetta ai Probiviri l'esame senza formalità di procedura delle controversie, che possono insorgere tra i Soci e tra questi e l'A.U.O.R.L., nonché di tutte le questioni che, a giudizio del Consiglio Direttivo, richiedano una considerazione riservata. Il parere dei Probiviri ha valore consultivo e non vincolante per la Associazione.

6.5 - Il Comitato Scientifico per la formazione e l’aggiornamento
Il Comitato Scientifico per la formazione e l’aggiornamento (Co.S.F.A.) svolge le seguenti funzioni e ne riporta regolarmente i risultati al Consiglio Direttivo:

  • elabora le linee programmatiche della Associazione in campo scientifico e culturale;
  • sottopone al Consiglio Direttivo le proposte di studi scientifici, congressi, attività culturali e divulgative e le richieste di patrocinio avanzate dai Soci della Associazione dopo averne valutato il merito in relazione agli obbiettivi che l’Associazione si prefigge;
  • presiede alle procedure di regolare stesura delle Linee Guida, PDTA, raccomandazioni di buona pratica clinica e ne cura la pubblicazione, anche sul sito web;
  • verifica e controlla la qualita' delle attivita' svolte e della produzione tecnico-scientifica, da effettuare secondo gli indici di produttivita' scientifica e bibliometrici validati dalla  comunita' scientifica internazionale;
  • coordina, verifica e controlla la qualità scientifica della Associazione e, su mandato del Consiglio Direttivo, ne cura la pubblicizzazione sul sito web della Società.

Il Co.S.F.A. è costituito da un Coordinatore nominato dal Consiglio Direttivo e da 5 membri nominati dal Consiglio Direttivo, su proposta del Coordinatore del Co.S.F.A. di concerto con il Presidente della A.U.O.R.L.Tutti i membri del Co.S.F.A. rimangono in carica 2 anni e possono essere rinominati per un ulteriore mandato. Le riunioni del Co.S.F.A. sono presiedute dal Presidente della A.U.O.R.L., con la partecipazione del Segretario-Tesoriere.
Il Coordinatore del Co.S.F.A. partecipa, senza diritto di voto, alle riunioni del Consiglio Direttivo della A.U.O.R.L.

ART. 7 - Cariche Sociali della Associazione:

  1. il Presidente;
  2. il Presidente Uscente;
  3. il Vice-Presidente;
  4. il Segretario/Tesoriere;
  5. i Consiglieri;
  6. i Rappresentanti Regionali.

Tutti coloro che ricoprono cariche sociali non godono di alcuna retribuzione per l’espletamento delle loro funzioni.
Chiunque ricopra una carica sociale o assuma un incarico in un organismo della Associazione deve attestare l’assenza di condanne, con sentenza definitiva, a reati inerenti all’attività svolta dalla Associazione.
Chiunque ricopra una carica sociale o assuma un incarico in un organismo della Associazione deve rendere esplicite, attraverso una apposita dichiarazione, tutte le situazioni che potrebbero generare conflitti di interesse.

7.1 - Il Presidente.
Il Presidente dell’Associazione è il rappresentante legale dell’Associazione stessa a tutti gli effetti. Può rivestire la carica di Presidente chiunque sia Socio Ordinario. Il Presidente viene eletto in  occasione della prima riunione del Consiglio Direttivo neo-eletto anche immediatamente dopo la conclusione dell'Assemblea.
Il Presidente:

  • presiede le Assemblee dei Soci;
  • convoca le Assemblee straordinarie;
  • convoca e presiede il Consiglio Direttivo almeno una volta all'anno e ogni qualvolta lo ritenga opportuno o quando la maggioranza del Consiglio Direttivo dovesse farne richiesta;
  • nomina all'inizio di ogni Assemblea elettiva tre scrutatori con il compito di controllare e convalidare le votazioni;
  • tiene annualmente all'Assemblea la Relazione sullo stato e sulle attività dell'Associazione.
  • firma i verbali delle riunioni e gli atti ufficiali della Associazione.

7.2 - Il Presidente Uscente.
Partecipa alle riunioni del Consiglio Direttivo con diritto di voto.

7.3 - Il Vice-Presidente
Coadiuva il Presidente nei suoi compiti, e in caso di sua assenza o impedimento, lo sostituisce nelle riunioni societarie e nelle occasioni extra-societarie.

7.4 - Il Segretario-Tesoriere:

  • è responsabile degli aspetti amministrativi e finanziari della Associazione per i quali può farsi coadiuvare da professionisti e consulenti del settore, retribuiti a carico della Associazione;
  • redige e conserva i verbali alle riunioni assembleari e gli atti societari;
  • controlla e cura la regolare e immediata attuazione dei deliberati dell'Assemblea e del Consiglio Direttivo;
  • partecipa ai Soci l'ordine del giorno dell'Assemblea ordinaria e ne cura lo svolgimento;
  • di intesa con il Presidente, cura le relazioni con le Società che rappresentano le Specialità affini e i rapporti pubblici dell'Associazione;
  • cura le attività di comunicazione e di stampa relative alla vita associativa;
  • provvede a richiedere alla Segreteria della SIO l’elenco aggiornato dei Soci prima dell’Assemblea ordinaria o straordinaria;
  • predispone i bilanci annuali dell'Associazione, che presenta ai Revisori dei Conti prima dell’Assemblea ordinaria dei Soci;
  • svolge la Relazione Amministrativa all'Assemblea ordinaria;
  • ha in custodia il patrimonio sociale e ne cura la gestione; di questo fondo è responsabile in solido;
  • incassa, per conto dell'Associazione, l'ammontare del contributo spettante alla A.U.O.R.L. quale percentuale della quota versata da ciascun Socio alla S.I.O.;
  • tiene informato e risponde al Presidente e al Consiglio Direttivo della situazione amministrativa e finanziaria dell'Associazione;
  • cura la pubblicazione, sul sito web della Società, del conto consuntivo e del bilancio preventivo una volta approvati dall’Assemblea Ordinaria

7.5 - I Consiglieri:
I Consiglieri, a scelta del Consiglio Direttivo, possono essere nominati Coordinatori delle Commissioni. Il numero, le denominazioni, i compiti e la gestione delle Commissioni eventualmente istituite dal Consiglio Direttivo sono definiti nel Regolamento.

7.6 - I Rappresentanti Regionali:
· vengono nominati dal Consiglio Direttivo tra i Soci Ordinari delle rispettive Regioni e rappresentano l’Associazione presso le Società Scientifiche Regionali;
· il loro numero globale non deve essere inferiore a 12 (dodici);
· possono partecipare, su invito, alle riunioni del Consiglio Direttivo, senza diritto di voto.

ART. 8 - Sito Web istituzionale
La A.U.O.R.L. è dotata di un sito Web istituzionale, con dominio di proprietà.
L'associazione rende pubblica, mediante il proprio sito web, la propria produzione e attività scientifica, così come i bilanci, preventivi e consuntivi, e gli incarichi retribuiti assegnati dal Consiglio direttivo, curando il costante aggiornamento del sito stesso.
Il Consiglio Direttivo nomina tra i Soci un delegato del sito Web, che resta in carica 4 anni, è rieleggibile e può partecipare, senza diritto di voto, al Consiglio Direttivo.
Il delegato del sito Web:

  1. cura la gestione iconografico-scientifica del sito;
  2. aggiorna i contenuti del sito e ne cura la miglior resa;
  3. cura i rapporti con i Soci mediante gli strumenti informatici contenuti nel sito;
  4. cura gli eventuali rapporti con i siti di altre Società Scientifiche;
  5. cura la pubblicazione sul sito dei bilanci preventivi e consuntivi dell’A.U.O.R.L. e delle convocazioni delle Assemblee societarie.
TITOLO IV: Patrimonio Sociale-Esercizio

ART. 9 - Il Patrimonio
Il patrimonio sociale è costituito da beni mobili o immobili di qualsiasi natura, che per acquisto, donazione o per qualsiasi altro titolo pervengano alla Associazione.
Le entrate della Associazione sono rappresentate:

a)       dal contributo annualmente versato da parte della S.I.O. e relativo alle quote sociali da questa riscosse;

b)      da altri contributi versati dai Soci, in conformità ad eventuali deliberazioni dell’Assemblea;

c)       da contributi eventualmente versati dallo Stato o da altri Enti pubblici e privati, in conformità con quanto stabilito dall’art. 3;

d)      da altri proventi che, a qualsiasi titolo, pervengano alla Associazione, purché in regola con le disposizioni di legge vigenti.

L’esercizio finanziario della Associazione ha inizio il 1° maggio precedente a ciascuna Assemblea ordinaria annuale e termina il 30 aprile dell’anno solare successivo a ciascuna Assemblea ordinaria annuale.
Dall’insieme delle entrate annuali viene detratto quanto necessario per le spese e gli altri oneri dell'attività sociale. Il rimanente va a incrementare il patrimonio della Associazione.

ART. 10 - Durata dell'appartenenza alla A.U.O.R.L.
L'appartenenza alla A.U.O.R.L. dura per tutto il tempo in cui esiste l’Associazione, salvo cessazione nei casi stabiliti dal Regolamento.

TITOLO V: Disposizioni Finali

ART. 11 - Modifiche dello Statuto
Il presente Statuto può essere modificato dietro richiesta del Consiglio Direttivo, del Comitato Permanente per l’Aggiornamento dello Statuto e del Regolamento o di almeno trenta Soci indirizzata al Presidente della A.U.O.R.L.. Ogni modifica per divenire operante deve essere discussa e approvata a maggioranza semplice dall'Assemblea ordinaria o Straordinaria con la presenza, anche per delega, di almeno il 20% più uno degli aventi diritto al voto e col voto favorevole della maggioranza dei votanti. La data della convocazione dell’Assemblea Straordinaria è comunicata ai Soci dal Presidente con qualunque mezzo, purché in forma scritta e anche mediante pubblicazione sul sito web della A.U.O.R.L., almeno quindici giorni prima.
Il verbale dell’Assemblea sarà redatto da un Notaio e sottoscritto dal Presidente dell’Assemblea stessa e dal Notaio.

ART. 12 - Regolamento della A.U.O.R.L.
Il presente Statuto è integrato da un Regolamento, che ne contiene le modalità attuative e ne ha la stessa efficacia normativa. Per essere valide le modifiche del Regolamento devono essere approvate dal Consiglio Direttivo.

ART.13 - Scioglimento dell’Associazione
Lo scioglimento della Associazione deve essere deliberato da almeno due terzi dei Soci in un'Assemblea straordinaria convocata per invito speciale a tutti i Soci e con ordine del giorno indicante chiaramente lo scopo della seduta. Dato il particolare carattere dell'Assemblea  straordinaria sono ammesse soltanto deleghe con legalizzazione notarile.

ART.14 - Ripartizione del patrimonio
L'Assemblea deciderà come e a chi ripartire il patrimonio dell'Associazione.

ART. 15 - Conclusione
Per tutto quanto non contemplato dal presente Statuto valgono le disposizioni di legge.